La Città della Domenica, un mondo incantato: un parco naturale didattico per famiglie con bambini.

La Città della Domenica nacque da un'idea dell'industriale perugino Mario Spagnoli (1900-1977), il quale nel 1955 acquistò 100 ettari di terreno improduttivo sul Monte Pulito, impiantandovi un uliveto. Nel 1960 decise di trasformare la sommità del monte, ad un'altitudine di circa 600 metri, in un parco adatto al tempo libero delle famiglie e coordinò di persona l'esecuzione di tutte le opere, realizzate da tecnici, artisti e artigiani.

Sul belvedere venne posto l'ingresso col parcheggio e il ristorante; due pilastri di pietra (le "Kessler") furono innalzati a segnare l'ideale entrata nel territorio del divertimento. Inaugurato nel 1963, è stato il primisissimo esempio di parchi divertimenti italiano.

Fin dall'inizio il parco si caratterizzò per l'ispirazione al mondo delle favole, ma ogni anno si arricchì di nuove attrazioni. Con la gestione di Mariella Spagnoli, figlia di Mario, questa realtà si è orientata verso gli aspetti didattico-naturalistici. Il parco si è andato così popolando di animali che vagano liberi tra gli alberi, come daini e mufloni; sono stati creati ampi recinti che accolgono fra gli altri esemplari di animali domestici minacciati di estinzione e, infine, sono in continua crescita i laboratori ludico-didattici per bambini e scolari di varie età. Negli anni '90 sono stati effettuati vasti interventi di rinnovamento dell'esistente ed è stato realizzato il Rettilario, che ospita specie rare, compresi coccodrilli e alligatori. Sono da poco in funzione un confortevole Ristorante-pizzeria, un Giardino d'inverno per 7/800 persone ed altre sale per feste e convegni: nel complesso possono essere servite circa 1500 persone contemporaneamente. La fusione tra gioco, fantasia e natura fanno della Città della Domenica un luogo ideale per famiglie e persone di ogni età.

FotoGallery

Agriturismo Casale il Picchio